Carpi-Fiorentina 0-1, solita viola forte ma in ritardo di condizione

La Fiorentina esce vittoriosa in trasferta contro il Carpi per 0-1 in un match che ha dato conferme sulla viola targata 2015-2016, squadra forte ma con ritardo di condizione fisica. Paulo Sousa sceglie una squadra più offensiva negli 11 titolari preferendo Pasqual ad Alonso sulla fascia, Gilberto a destra, linea difensiva con Tomovic, Roncaglia e Gonzalo Rodriguez, a centro campo Borja Valero insieme a Mario Suarez, in avanti Babacar supportato dalla fantasia di Giuseppe Rossi e Bernardeschi.

La novità più importante rispetto alla scorsa partita in Serie A è il ritorno al suo ruolo naturale di Bernardeschi che con il Genoa era stato spostato sulla fascia desta al posto di Pasqual. La Fiorentina ha subito l’inizio del match con due buone palle di Borriello che solo la coppia Rodriguez – Tatarusanu a saputo annullare, da lì in poi i viola hanno preso il sopravvento in termini di possesso palla anche se di occasioni goal ce ne sono state molto poche.

Hanno fatto molto bene Mario Suarez e Bernardeschi per tutta la partita, ottima la prestazione anche di Borja Valero fino al 70′ minuto circa quando poi è crollato fisicamente e con lui anche molti giocatori della Fiorentina confermando i problemi di condizione fisica che si stanno avendo da inizio stagione.

Nella partita con il Carpi la Fiorentina è stata brava a fare pochi falli e poche ammonizioni nel primo tempo che hanno invece condizionato altri match in questa stagione come la partita di Europa League contro il Basilea.

Discutibile ancora una volta la scelta di Paulo Sousa di inserire Kalinic al posto di Bernardeschi, il croato è molto più forte come prima punta e in quel ruolo ha trovato molta difficoltà. Giuseppe Rossi non è ancora al meglio della condizione ma se la Fiorentina lo vuole recuperare al 100% fa bene a farlo giocare in match minori come questo anche se rischia di giocare con mezzo giocatore in meno.

Il goal di Babacar che sigla un nuovo 1-0 viola arriva al 35′ dopo un’azione insistita dello stesso attaccante senegalese. Si tratta di una buona notizia per la Fiorentina, sia Babacar che Kalinic sono sicuramente due terminali offensivi ottimi anche se, come detto, molto meglio farli giocare uno alla volta. Ottima la prestazione di Bernardeschi che nel momento in cui Giuseppe Rossi non riusciva a creare gioco si è impegnato per farlo e nel secondo tempo ha aiutato in maniera importante il centrocampo in un continuo pressing e recupero di palloni importanti. Siamo abituati a conoscere Bernardeschi come finalizzatore ma avere un giocatore che gioca in questo modo per la squadra o lo sta portando ad essere un campione e non solo un fuoriclasse.

La Fiorentina esce quindi con un goal di misura vincente da Carpi, sicuramente c’è ancora molto da fare soprattutto sul piano atletico e Paulo Sousa probabilmente deve rivedere meglio alcune l’inserimento di Kalinic dietro la prima punta ma a parte questo la squadra conferma di essere forte e solida. Un plauso va fatto a tutta la linea difensiva, da Tomovic a Roncaglia e Rodriguez, sono stati molto bravi a tenere la Fiorentina serrata anche quando la squadra non riusciva a creare gioco.

Rispondi